Quartetto di Cremona
Biography
Nikolaj Lund

QUARTETTO DI CREMONA

Cristiano Gualco violino

Paolo Andreoli violino

Simone Gramaglia viola

Giovanni Scaglione violoncello

 THE STRAD «Internationally renowned for their extremely mature and lyrical sound»

BBC MUSIC MAGAZINE «The Quartetto di Cremona exude phenomenal energy and momentum»
THE CLASSICAL REVIEWER «…the quartet are magnificent, with playing of such spirit, precision and understanding...it is the individual voices of these players that are so beautiful as well as they way they interact so naturally»
THE HERALD SCOTLAND «My goodness, here is something special. The group sound reminds me in some ways of that of the great Quartetto Italiano»
WDR “TonArt” «Ein Streichquartett von internationalem Rang»

Fin dalla propria fondazione nel 2000, il Quartetto di Cremona si è affermato come una delle realtà cameristiche più interessanti a livello internazionale ed è regolarmente invitato ad esibirsi nei principali festival e rassegne musicali in Europa, Sudamerica, Stati Uniti e in Estremo Oriente, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e critica.

La stampa specializzata internazionale ne sottolinea da sempre le alte qualità artistiche ed interpretative ed emittenti radiotelevisive di tutto il mondo (quali RAI, WDR, BBC, VRT, SDR, ABC) trasmettono regolarmente i loro concerti in un repertorio che spazia dalle prime opere di Haydn alla musica contemporanea.

In campo discografico, nel 2017 si è conclusa la pubblicazione dell’integrale dei Quartetti di Beethoven per la casa discografica tedesca Audite: tutti e otto i volumi hanno ottenuto importanti riconoscimenti dalla critica internazionale che unanimemente considera il Quartetto di Cremona il vero erede del Quartetto Italiano. Tra le affermazioni più recenti, il Supersonic Award della rivista Pizzicato, il premio Echo Klassik 2017 (Volume VII) e il premio ICMA 2018 (Volume VII e Volume VIII). Nel giugno 2018 è uscito un cofanetto contenente gli otto CD dell’integrale beethoveniano, mentre nel settembre 2018 il Quartetto di Cremona inciderà un nuovo disco dedicato interamente a Schubert, che vedrà anche la partecipazione di Eckart Runge (violoncello dell’Artemis Quartett).

Nella stagione 2017/18 il Quartetto di Cremona ha debuttato con grande successo ad Amsterdam (Concertgebouw, Muziekgebouw), Amburgo (Laeiszhalle), Edimburgo ed è stato in tournée in Svezia e Danimarca, in USA e Canada, e in Giappone ottenendo unanimi consensi di pubblico.
Tra gli impegni più rilevanti della stagione 2018/19 sono certamente da menzionare concerti a Berlino (Konzerthaus), Amburgo (Elbphilharmonie), Stoccolma, Ginevra, Manchester, Amsterdam, Valencia, Vancouver, New York, Cartagena de Indias, oltre al consolidato rapporto con le maggiori istituzioni concertistiche italiane.

Numerose le collaborazioni con artisti del livello di Lawrence Dutton, Edicson Ruiz, Andrea Lucchesini, Eckart Runge, David Orlovsky e del Quartetto Emerson.

Dall’autunno 2011 il Quartetto di Cremona è titolare della cattedra del “Corso di Alto Perfezionamento per Quartetto d’Archi” presso l’Accademia Walter Stauffer di Cremona, ed è regolarmente invitato a tenere masterclass in Europa, USA e Sud America.

Il Quartetto di Cremona è testimonial del progetto internazionale “Friends of Stradivari”: grazie all’interessamento del network, attualmente suona il “Paganini Quartet” di Antonio Stradivari, concesso in prestito dalla Nippon Music Foundation.
Cristiano Gualco – Stradivarius 1727 Violin “Paganini”
Paolo Andreoli – Stradivarius 1680 Violin “Paganini”
Simone Gramaglia – Stradivarius 1731 Viola “Paganini”
Giovanni Scaglione – Stradivarius 1736 Cello “Paganini”

Il Quartetto di Cremona è anche sostenuto dalla Kulturfond Peter Eckes che ha affidato loro quattro straordinari strumenti di liuteria italiana (violino Giovanni Battista Guadagini, violino Paolo Antonio Testore, viola Giachino Torazzi, violoncello Dom Nicola Amati) ed è stato scelto come testimonial da Thomastik Infeld Strings.

Nel novembre 2015 il Quartetto è stato insignito della cittadinanza onoraria della Città di Cremona.

 

2018 Si prega di non modificare senza autorizzazione. Versione breve su richiesta.

 

 

Back to Top